Riso con crema di piselli e seppie

20121216-153306.jpg

Spesso a casa mia il pesce si mangia di domenica, perché è uno dei pochi giorni della settimana in cui ci ritroviamo a pranzare insieme. Le seppie coi piselli sono un classico, ed è un piatto che ho sempre fatto in tutte le salse: come secondo, come sughetto per la pasta, cambiando piccoli dettagli di volta in volta. È chiaro che per noi impedite l’idea di smembrare una seppia, che ha una delle consistenze tra le più fastidiose di tutto il regno animale, non è che gioiamo proprio. Per me è indispensabile che al banco il pescivendolo faccia un buon 50% del lavoro di pulitura. Siccome non è divertente neanche per lui vi consiglio di chiederglielo esplicitamente, giocando forza sulla sua pietà nei vostri confronti. Una volta arrivate a casa sappiate però che il lavoro non è finito e che dovrete sporcarvi le mani.

Ingredienti per 4 persone

1a Seppia di media grandezza
250 gr circa di piselli fini/finissimi (meglio se surgelati)
350 gr di riso (io stavolta ho usato riso carnaroli)
1 cucchiaio di Philadelphia
2 spicchio d’aglio
1 spicchio di limone
Olio evo
Olio d’arachidi
Salsa di soia
Peperoncino a piacere
Sale q.b.

Mettete a bollire una pentola d’acqua, per il riso, poi pulite bene l’acquaio. Prendete la seppia, se credete indossate un paio di guanti di plastica: per finire di pulirla vi consiglio di aprirla a metà con un paio di forbici e togliere tutto l’interno; ripulite dalla pelle rosastra anche l’esterno. Una volta terminata quest’operazione mettete la seppia sul tagliere e iniziate a tagliarla – io l’ho fatto con le forbici – a strisce o a dadini grossolani.

Mettete in un pentolino un filo di olio evo, uno spicchio di aglio, i pisellini e un pizzico di sale. Fateli cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti, se l’olio sfrigola troppo aggiungete mezzo bicchiere d’acqua. Terminata la cottura togliete l’aglio, prendete il minipimer e frullate i pisellini con il Philadelphia, in modo da formare una crema. Se è troppo densa aggiungete poca acqua e poco olio.

Se l’acqua che avete messo sul fuoco all’inizio bolle, salate l’acqua e calate il riso. Il tempo di cottura per il carnaroli sono 15/17 minuti.

Prendete una padella piuttosto capiente e fate un piccolissimo soffritto con l’olio d’arachidi, lo spicchio d’aglio e un po’ di peperoncino. Potete aggiungere quasi subito la seppia già tagliata,un po’ di acqua di cottura del riso,la salsa di soia, una spruzzata di limone e un pizzico di sale. Cuocete a fuoco medio/alto ma state molto attente che la seppia non si attacchi alla padella. Se succede aggiungete sempre un po’ d’acqua. Dopo 5/7 minuti unite la crema di piselli alla seppia e il riso, una volta cotto. Mantecate – come dicono gli chef – il riso in padella per pochi minuti e servitelo aggiungendo un filo di olio evo.

Buon appetito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...